Ultimo in ordine di partenza, ma ormai attivo da qualche anno, il servizio di RSA Aperta.
Il servizio di RSA APERTA nasce da un progetto sperimentale ideato da Regione Lombardia nel 2013 ed ha la finalità di sostenere la famiglia e di aiutarla a gestire il proprio caro affetto da demenza o da altre patologie di natura psico-geriatrica, sia con prestazioni al domicilio, sia accedendo alla nostra Struttura per attività specifiche.
A partire da aprile 2018, il servizio è stato disciplinato dalla DGR n° 7769/2018, che ha modificato l’impianto dello stesso prevedendo nuove modalità di accesso e diverse tipologie di attività.
Grazie a questa formula innovativa è possibile usufruire, in modo del tutto personalizzato, di tutti i servizi, domiciliari e semiresidenziali, che offre la nostra R.S.A., anche solo per qualche ora al giorno o in alcuni giorni alla settimana.
Hanno diritto ad usufruire del servizio le persone affette da Demenza certificata dallo specialista geriatra/neurologo, e gli anziani non autosufficienti di età pari o superiore a 75 anni (riconosciuti invalidi civili al 100% con o senza indennità di accompagnamento).
Per accedere alla Misura l’utente o suo familiare deve compilare la
“DOMANDA DI ACCESSO ALLA MISURA RSA APERTA”. La domanda compilata va presentata presso gli uffici amministrativi della Fondazione. L’equipe della RSA provvederà ad effettuare la Valutazione Multidimensionale con verifica dei requisiti e delle condizioni di bisogno sociosanitario della persona. In caso di esito positivo l’equipe di valutazione multidimensionale provvederà:
• alla stesura del Progetto Individualizzato (PI) e del Piano di Assistenza
Individualizzato (PAI)
• alla programmazione degli interventi previsti nel PI e nel PAI
La misura prevede interventi che possono essere effettuati sia presso il domicilio della persona che presso la struttura.
Le prestazioni si dividono in due filoni principali a seconda che la persona sia affetta da demenza o sia autosufficiente con più di 75 anni.
In base alla valutazione effettuata potranno essere erogate le seguenti
prestazioni:

  • stimolazione cognitiva e/o motoria
  • interventi per problemi nell’alimentazione
  • supporto e consulenza alla famiglia e/o badante per la gestione dei disturbi del comportamento o per la protesizzazione dell’ambiente
  • supporto psicologico al caregiver
  • aiuto al familiare e/o alla badante nell’igiene personale
  • eventuale sostituzione del caregiver e/o ricoveri di sollievo (Per questi ultimi è richiesta una compartecipazione di 30,00€ al giorno)

Per ogni persona ritenuta idonea alla misura è previsto un budget annuale, messo a disposizione dalla Regione, di € 4.000 che va proporzionato in base alla durata del Progetto individualizzato (PI).


Alcuni dei servizi che la nostra Fondazione fornisce nell’ambito di questa misura, sono:

Servizi per persone affette da demenza

Il care manager: è il nostro “assistente alla salute” che educa,
motiva ed accompagna la persona in tutte le fasi del percorso di cura,
misurandone i miglioramenti ottenuti e valutandone i fabbisogni assistenziali. Il nostro care manager, dalla consolidata esperienza nell’ambito dei servizi socio-sanitari, vi affiancherà in ogni momento del percorso aiutandovi a pianificare gli interventi attivabili presso la nostra RSA.

Interventi di stimolazione cognitiva: si tratta di interventi specifici e individualizzati volti a massimizzare le abilità residue.

Interventi di consulenza alla famiglia per le gestione dei disturbi del
comportamento attraverso l’apporto di educatori o dello psicologo.

Interventi di supporto psicologico al caregiver: si tratta di interventi volti a
sostenere il caregiver nella gestione delle dinamiche relazionali con il
proprio caro affetto da demenza.

Interventi di stimolazione/mantenimento delle capacità motorie attraverso
l’intervento del fisioterapista.

Igiene personale completa: erogabile dall’ASA presso il domicilio al fine di
supportare il caregiver nel momento delicato dell’igiene.

Servizi per persone non autosufficienti con più di 75 anni

Interventi per il mantenimento delle abilità residue: si tratta di interventi
erogabili a domicilio o anche in struttura volti a conservare il più a lungo
possibile le abilità residue della persona anziana.

Alleggerimento del lavoro o sostituzione temporanea caregiver: si tratta di
interventi, non prevalenti rispetto al piano di assistenziale, volti a supportare il caregiver in condizioni occasionali.

Formazione del caregiver: si tratta di un servizio previsto per un tempo
circoscritto (ad esempio per l’addestramento all’igiene personale,
all’organizzazione degli spazi, a problematiche connesse all’alimentazione).

Il personale sarà lieto di spiegare alle famiglie interessate la rosa completa dei servizi attivabili.


Il personale coinvolto nell’erogazione del servizio, altamente qualificato e da anni attivo sul territorio nell’assistenza domiciliare, comprende le
seguenti figure:
Coordinatore dei Servizi
Care Manager
Educatori Professionali
Infermieri
Fisioterapisti
Ausiliari Socio Assistenziali (ASA)

Close Menu